Ermete Trismegisto al Comune

Ritratto di Angelo Sciortino

30 Settembre 2014, 16:04 - Angelo Sciortino   [suoi interventi e commenti]

Versione stampabileInvia per email

 

In un tempo ormai lontano visse Ermete Trismegisto, rimasto famoso per il suo stile oscuro, tanto oscuro, che il suo nome finì con il creare il termine ermetismo. Il nostro filosofo Giordano Bruno di Ermete Trismegisto ebbe grande considerazione e sperò, consapevolmente, d'imitarlo, come accadde, ma inconsapevolmente, ai nostri poeti ermetici del Novecento, fra i quali si staglia il siciliano Quasimodo.

Per anni, poi, di Ermete nessuno si ricordò più e l'ermetismo sembrò una moda passeggera e antiquata. Oggi, proprio a Cefalù, si ha una ripresa dell'ermetismo. Merito di un poeta o di uno scrittore, vi chiederete? No, il merito è di un ingegnere! Nessuna meraviglia, però. Oggi gli ingegneri sono tecnici della progettazione, ma sono anche giuristi, che oltre ai numeri e alle formule devono usare la lingua italiana, per comunicare con i cittadini, i giudici e i politici.

Un'incombenza grave per chi è abituato a trattare con la scienza, ma alla quale non possono sottrarsi se svolgono la loro professione all'interno dell'apparato burocratico di qualsivoglia istituzione democratica. Esattamente com'è accaduto all'ingegnere Duca, che svolge la sua professione presso il Comune di Cefalù.

È accaduto, a quest'uomo, che i Giudici del TAR abbiano chiesto di spiegare le ragioni di certe sue decisioni. Egli ha risposto, ma lo ha fatto con ben undici pagine grondanti ermetismo, del quale sono così poco pratico, che ho dovuto rinunciare a decifrare il messaggio e a spiegarlo ai miei lettori.

Riporto, perciò, il documento nella sua interezza e mi auguro che i lettori, che se ne sobbarcheranno la lettura, i giudici, ai quali è diretto, e i consiglieri comunali, che ne dovranno comprendere il contenuto, vengano ispirati da Giordano Bruno e capiscano quel che io non ho capito. Mi auguro pure che essi non facciano la stessa fine, che Giordano Bruno fece sul rogo.

Questo l'illuminato documento:  Relazione dell'Ing. Ivan Joseph Duca.pdf

____________________________________________________________________________________________________________________

Articoli correlati:

L’incompiuta del lungomare, il Piano Particolareggiato Urbani e le "zone bianche" - Saro Di Paola - 25 settembre 2014 (http://www.qualecefalu.it/node/14427)
TAR: il Comune nella graticola - Angelo Sciortino - 22 agosto 2014 (http://www.qualecefalu.it/node/14047)

L'albergo sul lungomare potrà essere completato, ma .... - Gianfranco D'Anna - 28 novembre 2012 (http://www.qualecefalu.it/node/1310)
Cefalù avrà una nuova incompiuta sul lungomare? - Gianfranco D'Anna - 28 settembre 2012 (http://www.qualecefalu.it/node/925)

Commenti

se l'Urbanistica fosse una giovinetta in giro in una tarda sera dell'autunno 1888 per le stradine malfamate del quartiere londinese di Witechapel ...