Le “questioni” ordinarie, le Questioni straordinarie e gli inquilini del Palazzo

Ritratto di Saro Di Paola

31 Ottobre 2016, 06:46 - Saro Di Paola   [suoi interventi e commenti]

Versione stampabileInvia per email

Il 23 giugno, era ridotto così: (http://www.qualecefalu.it/node/19446)

    

Oggi è così:

    

Il 27 ottobre, era così: aperto e senza catenaccio (http://www.qualecefalu.it/node/20034)

    

Oggi è così: chiuso con catenaccio.

    

Mi viene da pensare che gli inquilini del Palazzo leggono “Quale Cefalù”.

Potrei esserne soddisfatto?
Sì, anzi, no!

Infatti, se dovesse essere vero che per attenzionare le più banali delle “questioni” ordinarie, gli inquilini del Palazzo, hanno avuto bisogno degli stimoli, che possono venire da un blog,
viene spontaneo chiedersi di cosa quegli stessi inquilini avranno, mai,  bisogno per attenzionare le Questioni, senza virgolette e con la maiuscola, che incombono sul presente della Città, perché fondamentali e decisive per il suo futuro.
Rispondere a tale domanda, però, non è facile:
tutto lascia pensare che il Palazzo sia sfitto.

Saro Di Paola, 31 ottobre 2016

Commenti