Un primo piccolo ma simbolico gesto

ritratto di Gianfranco D Anna

Versione stampabile

Simbolica, d’altra parte, è la storia di questo cartello.

Installato nella mattinata del 17 giugno 2011, era stato promesso dall’allora Sindaco che sarebbe stato rimosso non appena si fossero concluse le manifestazioni di “Cefalù Cult” (cioè entro il 10 luglio 2011) (http://www.qualecefalu.it/lac/node/4836).

D’altra parte, nella Delibera n. 111 del 15/06/2011, si ribadiva la data ma nello stesso tempo rimaneva nel dubbio a quale “circuito di eventi” ci si riferisse: se a quello delle manifestazioni di Cefalù Cult o se a quello del Mito (data di chiusura non precisata) all’interno del quale il primo era contenuto (http://www.qualecefalu.it/lac/node/5909).

Fino a stamattina, nonostante ripetute segnalazioni e dopo essere stato anche oggetto dell’attenzione dello stesso candidato a sindaco Edoardo Croci, "l’innovativo elemento di arredo che abbelliva” la facciata del Municipio, per quanto sbilenco, restava ancora al suo posto.

Oggi pomeriggio alle ore 15 circa, con un piccolo ma simbolico gesto, si è inteso iniziare nel recupero del decoro intanto della “facciata” del Municipio.

Ogni cittadino candidato o non candidato, eletto o non eletto consigliere, attraverso questo e altri strumenti di comunicazione, può e deve svolgere funzione di “consigliere” per il miglioramento dell’immagine, ma non solo, della nostra cittadina.

Gli altri due cartelli saranno rimossi, come da più usuale prassi, dagli operai del Comune.

ritratto di Saro Di Paola

UN ALTRO GESTO ALTAMENTE SIMBOLICO

Sarebbe UN ALTRO GESTO ALTAMENTE SIMBOLICO risanare l'intonaco tra i due ingressi a Santa Caterina dai buchi con i quali è stato crivellato ed impedire che se ne facciano altri.

Anche le pareti dell'ottagono devono essere salvaguardate DAL VANDALISMO DI CHI HA IL PRIVILEGIO DI ESPORVI.

In passato Francesco Liberto in occasione di una sua mostra aveva ridato dignità alle pareti.
POI .......... hanno fatto di tutto.

Chi espone in quella sala non può pensare di essere a casa sua e fare ciò che vuole.
Quella sala deve avere un responsabile che sovraintenda ad ogni manifestazione che vi si celebri!

PARTIAMO DAL RISPETTO DEL PALAZZO DI CITTA'!

ritratto di Salvatore Culotta

Restando nel campo delle

Restando nel campo delle affissioni vorrei adesso render noto che sin dal 4 aprile avevo, in qualità di proprietario, fatto presente, con comunicazione scritta e regolarmente protocollata, lo stato di degrado di quel tratto di muro in via Matteotti dichiarandomi disponibile a che venisse collocato un pannello più decoroso, anche a titolo gratuito, e a condizione che fosse ripristinato l'intonaco deteriorato. A tutt'oggi non vi è stato alcun riscontro.

Come riferimento si può vedere: http://www.laltracefalu.it/node/7204

Ovviamente sarebbe auspicabile che venisse osservato il Regolamento per le affissioni o, qualora questo non esistesse, che ne venisse redatto uno come avviene in altri comuni d'Italia.

ritratto di Giuseppe Rinaldi

Finalmente !!!!!!!

finalmente qualcuno che si adopera per qualcosa di giusto, piccole azioni che valorizzano chi le compie non resta altro che aspettare che gli altri cartelli vengano rimossi al più presto dagli operai comunali

ritratto di Giusi Farinella

Ma aspettiamoci anche grandi cose .....

Mi aspetto un Saro visionario, che sappia inventare una Cefalù turistica unica e diversa, una Cefalù che rappresenti una novità, che sappia presentarsi sul mercato come una nuova proposta di un soggiorno unico.

Il materiale su cui lavorare c'è... e può riuscirci.

Cefalù immersa nel verde di una terra intrisa d’arte, storia, mare e clima incantevole, ben collegata agli aeroporti di Palermo e Catania, in posizione privilegiata per raggiungere i luoghi più belli della Sicilia, deve e può riuscire ad offrire un’ospitalità high standard, esperienze uniche, può e deve diventare il palcoscenico della vita sognata.

Se sapra essere visionario .. ... beh, ... allora chissà ..

Comunque auguri signor Sindaco e Le assicuro che, come il Costa Verde è stato disponibile con tutti i Sindaci, lo sarà anche con Lei
Buon lavoro.

ritratto di Pino Lo Presti

Io ne sono certo

in particolare per quanto nell'ultimo tuo capoverso

ritratto di Rosario Cammarata

rimoviamo anche altre teche abusive

Bravo Saro, vediamo se adesso, finalmente, si puo' rimuovere anche l'altra famosa teca ABUSIVA che si trova alla POSTA VECCHIA e che da anni, vergognosamente, e senza nessun permesso del Comune spadroneggia impunita.

ritratto di Giuseppe Livecchi

Bravi!

Caro Saro, sono felice per l'entusiasmo della squadra che hai messo in campo. Un gesto simbolico che è però sinonimo di grande motivazione. Buon lavoro a tutti.

ritratto di Vincenzo Gerone

e pensare che per togliere

e pensare che per togliere questi cartelli non c'era bisogno di "suordi"...

ritratto di Nicchi Salvatore

Il vero problema è che

Il vero problema è che prima c'erano i SURDI!

ritratto di Saro Di Paola

SOLO UNA BATTUTA!

Questa dei "SURDI" la trovo bellissima!

E dire che il problema della sordità non ci sarebbe dovuto essere :
l'otorino ............ non mancava!

Per carità........ è SOLO UNA BATTUTA!