Sempre più spietata la guerra ai disabili

Ritratto di Angelo Sciortino

9 Luglio 2018, 20:01 - Angelo Sciortino   [suoi interventi e commenti]

Versione stampabileInvia per email

Ieri, passando per via dei Carrettieri, fui colpito dalla vista della cancellazione di un posto per disabili e ne scrissi in questo intervento http://www.qualecefalu.it/node/22178. Ne scrissi, rimanendo con l'interrogativo della ragione per cui era stato cancellato. Oggi, ripassando per la stessa via, ho trovato la risposta: il posto per i disabili è diventato suolo pubblico concesso a una attività commerciale. Per l'esattezza un pub, dove si vende birra, come se a Cefalù non ci fossero già problemi con l'eccessivo consumo di alcool, specialmente fra i giovani.

Dico concesso, ma ho il dubbio che sia stata operata una vera e propria razzia da parte del commerciante, che se ne è impadronito senza concessione amministrativa. Non posso credere, infatti, che l'Amministrazione e il responsabile del servizio proprio in quel luogo abbiano potuto rilasciare la concessione. A meno che di Cefalù non si abbia una visione distorta del commercio e del turismo, che fa credere che la città di Ruggero dev'essere punteggiata di tavoli non sempre al servizio di consumatori civili ed educati, quando non pure ubriachi.

Comunque sia, resto in attesa di una risposta dell'Amministrazione e del responsabile del servizio. Sono paziente e aspetterò anche per lungo tempo, prima di rivolgermi alle Autorità Giudiziarie, perché accertino la correttezza di una simile azione.