Interrogazione sull’itinerario archeologico e sul sito all’interno della Corte delle Stelle

Ritratto di Cefalù Terzo Millennio

30 Giugno 2019, 12:16 - Cefalù Terzo Mi...   [suoi interventi e commenti]

Versione stampabileInvia per email

 

AL SIGNOR  SINDACO
DEL COMUNE DI CEFALÙ

ALL’ASSESSORE AI LAVORI PUBBLICI

AL SEGRETARIO GENERALE DEL
COMUNE DI CEFALU'

e p.c.      Al  Presidente del Consiglio Comunale di
CEFALU’

 

Oggetto: Interrogazione ai sensi dell’art. 41 del regolamento del Consiglio Comunale: itinerario archeologico

 

I sottoscritti Consiglieri Comunali del gruppo denominato “Cefalù Terzo Millennio”;

PREMESSO CHE:

  • tra il Comune di Cefalù e l’Archeoclub d’Italia in data 01 aprile 2017 è stata stipulata una convenzione rinnovata successivamente in data 09 gennaio 2018, avente per oggetto la fruizione e riqualificazione del sito archeologico della Strada romana del I sec. che si trova all’interno dell’edificio Corte delle Stelle, attraverso un articolato progetto per la creazione di un itinerario archeologico con la presenza di pannelli didattici e segnaletica specifica. La strada romana doveva essere il centro di questo progetto perché sarebbe stata il punto di partenza dell’itinerario archeologico;
  • parte del progetto prevedeva la ricollocazione in loco dei reperti ritrovati in situ e, pertanto, l’associazione aveva già avviato l’iter burocratico per la realizzazione di quanto progettato;
  • per dare pubblicità all'attività svolta, inizialmente, sono stati progettati e realizzati due pannelli didattici riguardanti il sito archeologico e l’edificio Corte delle Stelle;
  • successivamente, prima della scadenza della convenzione, dopo averne per tempo richiesto il rinnovo, è stato apposto un pannello tematico con le indicazioni dei siti archeologici di interesse, sintesi del lavoro di ricerca archeologica svolto negli ultimi 40 anni nel nostro territorio ad opere del prof. Amedeo Tullio, responsabile del progetto scientifico;
  • l'apposizione del pannello in questione ha riscontrato i favori dell'Amministrazione Comunale, stante la presenza dell’Assessore alla Cultura e all’Urbanistica del Comune di Cefalù e del Dirigente archeologo della Soprintendenza ai BB.AA. di Palermo .

PRESO ATTO CHE:

  • il sito archeologico è stato fruibile dal 22 luglio 2017 al 31 dicembre 2018 una volta a settimana nei periodi invernali e due volte a settimana nei periodi estivi;
  • i soci volontari, preventivamente informati durante svariati incontri tenuti dallo stesso prof. Amedeo Tullio, hanno accolto i visitatori fornendo oltre al servizio di guida anche quello informativo in lingua;
  • durante il periodo dal 22 luglio 2017 al 31 dicembre 2018 dal registro delle presenze si riscontrano 3.500 ingressi, senza considerare i visitatori che non hanno apposto la loro firma nel registro; 

CHIEDONO

alle SS.LL. quanto di seguito:

  • per quali motivi all'indomani dell'apposizione della pannello illustrativo non è stata rinnovata la convenzione ad una Associazione a carattere nazionale come l’Archeoclub d’Italia, che nel suo Statuto prevede la valorizzazione e promozione dei Beni Culturali attraverso attività senza scopo di lucro;
  • per quali motivi il sito archeologico risulta non più fruibile per i visitatori, cagionando grave danno di immagine all’intera comunità cefaludese.

Pertanto, si invitano le SS.LL. a far pervenire risposta scritta e orale, secondo quanto previsto dal regolamento del Consiglio Comunale.

 

Cefalù li 26.06.2019                                                                                                                     F.to     Carmelo Greco
                                                                                                                                                                    Fabrizio Piscitello
                                                                                                                                                                       Valeria Piazza