Convenzione tra il Cenacolo Letterario e il Centro Lunigiano di Studi Danteschi

Ritratto di Antonio Barracato

3 Febbraio 2020, 21:35 - Antonio Barracato   [suoi interventi e commenti]

Versione stampabileInvia per email

 

Pomeriggio all'insegna della grande cultura l’1 febbraio 2020, alle ore 16,30, alla Sala delle Capriate del Comune di Cefalù.

Si è parlato di Dante e della Divina Commedia durante la Cerimonia di sottoscrizione della Convenzione fra l'Associazione Culturale il Cenacolo Letterario Italiano "Via 25 novembre" e il Centro Lunigianese di Studi Danteschi (prima convenzione in Sicilia).

Alla presenza di un numeroso pubblico ha aperto i lavori Antonio Barracato (Presidente del Cenacolo Letterario "Via 25 Novembre"). Sono interventi al dibattito: l'Ass. Francesca Mancinelli (in rappresentanza del Sindaco), Giovanni Iuppa (Presidente del Consiglio Comunale), Dorothea Matranga (vice presidente del Cenacolo Letterario) e Mirco Manuguerra (Rettore del C.L.S.D) purtroppo era assente per motivi familiari il segretario della nostro cenacolo Francesco Billeci.

Durante la manifestazione è stato premiato alla carriera il prof. Enzo Randazzo per i suoi meriti letterari.

Apprezzatissima la relazione di Mirco Manuguerra sull'importanza dello studio di Dante e della Divina Commedia che attraverso una sapiente analisi ha cercato di evidenziare da diverse angolazioni gli elementi significativi dell'opera.

Alla fine della manifestazione è stata consegnata la Charta Magna agli esponenti del Cenacolo letterario cefaludese ed è stata nominata Dorothea Matranga responsabile e coordinatrice della sezione Studi Danteschi.

Hanno partecipato all'evento: il dirigente scolastico del Liceo Classico Mandralisca di Cefalù Francesco Di Majo, il prof. Antonio Franco, la prof.ssa Randone docente del medesimo Liceo Classico Mandralisca, Myriam De Luca Direttore Artistico del Cenacolo, il Prof. Giuseppe Bagnasco Presidente del Circolo Giardina di Bagheria, Paola Gerradini Vice presidente, Vincenzo Aiello esponente del direttivo dello stesso circolo, il dirigente scolastico Giuseppe Simplicio, il regista Giuseppe Maggiore, le docenti Rita di Martino e Giusy Randazzo, la scrittrice Santa Franco, il poeta e scrittore Antonino Causi, la docente Antonietta Castelli e tantissimi altri cari amici poeti venuti da diversi posti della Sicilia.