Bocciata la riforma urbanistica della Regione Siciliana

Ritratto di Giovanni La Barbera

26 Settembre 2020, 23:15 - Giovanni La Barbera   [suoi interventi e commenti]

Versione stampabileInvia per email

In occasione della divulgazione del disegno di legge, portante riforma urbanistica, ovvero norme regionali per il governo del territorio, avevo sinteticamente fatto cenno, in questo Blog, ad alcune riflessioni critiche concernenti sia il metodo che gli elementi di merito fondamentali, che in quanto novità “epocale” il disegno stesso conteneva.

Avevo anche posto l'attenzione sul tono trionfale che l'approvazione della legge, ora n.19/2020, aveva suscitato quasi all'unanimità tra diversi partiti o movimenti.

Avevo in oltre rimarcato del sostegno poco significativo dato sia dagli ordini professionali, dalle sedi accademiche che dalle diverse parti sociali e culturali presenti nella nostra Regione. http://www.qualecefalu.it/node/23991

Non mi sorprende, quindi, la notizia diffusa da un articolo di Repubblica del 24 settembre, nel quale si informa che l'Ufficio legislativo del Ministero dell'Ambiente ha sollevato critiche, addirittura, sotto il profilo della incostituzionalità.

https://palermo.repubblica.it/cronaca/2020/09/24/news/regione_la_riforma_urbanistica_verso_la_bocciatura_il_ministero_norme_incostituzionali_-268411912/