Per l’operatività del distaccamento permanente dei Vigili del Fuoco: avanti il prossimo! (prima parte)

Ritratto di Saro Di Paola

7 Ottobre 2013, 17:59 - Saro Di Paola   [suoi interventi e commenti]

Versione stampabileInvia per email

Era il 14 novembre del 2003, quando il senatore Antonio Battaglia diede, al Sindaco di Cefalù, Simona Vicari, la notizia dell’inserimento nella legge finanziaria del 2004 del finanziamento per la realizzazione della Caserma dei Vigili del Fuoco di Cefalù.
Il Senatore Battaglia non mancò di esprimere la sua soddisfazione “per avere dato la possibilità al Comune di Cefalù ed alle Madonie di dotarsi di una struttura importante per la salvaguardia del territorio e dell’ambiente”.

Gli fece eco il Sindaco Vicari, allora deputato regionale:
“La caserma garantirà maggiore tempestività agli interventi dei Vigili del Fuoco nel territorio di Cefalù e nel comprensorio madonita. Adesso potremo definire tutte le procedure per l’avvio dei lavori”.

L’opera, insieme al completamento del porto di Presidiana ed alla ristrutturazione dell’ex Municipio di Via Amendola, venne inserita tra gli interventi pubblici previsti nel Programma di riqualificazione urbana e di sviluppo sostenibile - PRUSST -, per un importo di 2.300.000 euro secondo quanto previsto nel progetto di “Adeguamento dell’ex macello in contrada Calura” redatto dall’arch. Salvatore Battaglia, sul quale, già nel 2004, erano stati rilasciati tutti i pareri necessari.
A conferire l’incarico al compianto architetto era stato, nel 1993, il Sindaco La Grua.

Il 12 giugno 2013, è stato il Sindaco Lapunzina a dare la notizia dell’aggiudicazione dell’appalto per la realizzazione del primo stralcio delle opere di costruzione del distaccamento dei Vigili del fuoco in contrada Calura per un importo di 418.324,37 euro alla Società cooperativa “La Gardenia”, con sede a Mussomeli (CL), secondo quanto previsto nel progetto redatto dall’arch. Ernesto Di Paola, che, qualche anno prima, ne aveva ricevuto il relativo incarico da parte del Sindaco Guercio.
Il Sindaco Lapunzina, (http://www.qualecefalu.it/node/2518), nel comunicato con cui ne ha dato notizia, insieme alla
“viva soddisfazione per lo sblocco dell’iter di realizzazione di una infrastruttura di cui la città e il suo territorio ha grande necessità e per l’importante passo in avanti”
ha espresso
“l’auspicio che, con la collaborazione di tutte le forze politiche e sociali della città, anche gli ultimi ostacoli alla realizzazione dell’opera saranno rimossi perché il controllo del territorio, e la sicurezza dei cittadini, costituiscono un patrimonio collettivo”,
aggiungendo che
“la sua soddisfazione potrà essere piena soltanto quando i lavori saranno ultimati e il Distaccamento diventerà operativo”.

Stamattina, dopo avere letto su altri siti telematici la notizia secondo la quale il Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Palermo, a seguito della aggiudicazione della gara di appalto per la realizzazione del primo stralcio della caserma,
”ha comunicato al Comune di Cefalù di avere chiesto all’Ufficio 1 - Gabinetto del Capo Dipartimento dei Vigili del Fuoco e del Soccorso Pubblico del Ministero dell’Interno l’istituzione del distaccamento permanente dei Vigili del Fuoco di Cefalù”
mi sono ricordato che, per Cefalù, questo distaccamento è stato istituito.
Già nel 2005.

Infatti, era il 14 giugno del 2005, (http://www.laltracefalu.it/node/1113#comment-517) quando il Dipartimento dei Vigili del Fuoco del Ministero dell’Interno, ha comunicato al Sindaco Vicari “l’istituzione del distaccamento, previsto nell’ambito del progetto “Soccorso Italia in 20” .
Il Sindaco Vicari, anche in quella occasione, espresse
“piena soddisfazione per l’accoglimento della nostra richiesta”
aggiungendo che
“il territorio di Cefalù per l’ampiezza e per l’appartenenza al Parco delle Madonie ha la necessità di avere un presidio dei Vigili del Fuoco in modo da garantire la tutela del patrimonio naturale e la sicurezza dei cittadini”.

Intanto, ad oggi 7 ottobre 2013, l’inizio dei lavori di quello che è,soltanto,il primo stralcio di quelli che sono necessari per ultimare e rendere, finalmente, “operativo” il distaccamento permanente dei Vigili del Fuoco, che il Sindaco Lapunzina il 12 giugno u.s. ha preannunziato per la fine dell’estate, non è, ancora, avvenuto.

Dopo avere, stamattina, constatato quelle che sono le condizioni dell’ex macello,

da quel “disfattista” che sono, mi assumo, io, la responsabilità di un annuncio:
perché, a Cefalù, possa essere operativo un distaccamento permanente dei Vigili del Fuoco altri Sindaci dovranno venire.
Venti anni, dal 1993 al 2013, non saranno bastati.
Dopo La Grua, Vicari, Vicari, Guercio e Lapunzina: avanti il prossimo!

La responsabilità, però, non è, soltanto, dei Sindaci!
La responsabilità è, anche, del “Sistema Paese”.

(seguirà la parte seconda)

Saro Di Paola, 7 ottobre 2013

_____________________________________________________________________________________________________________________

Articolo correlato:

Il Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco ha chiesto l’istituzione del distaccamento permanente di Cefalù - 7 ottobre 2013 - Comune di Cefalù (http://www.qualecefalu.it/node/3930)